PROGETTO T.A.M. - T.A.M.
Tegni A Ment

(de)Tegnìr A Man



external image arrow8.gif
external image arrow8.gif
formigar_col_pin.jpg




PERCHE' QUESTA IMMAGINE COME SIMBOLO DEL PROGETTO T.A.M. - T.A.M. ?

LE FORMICHE SONO NOSTRE AMICHE: RICICLANO E TENGONO PULITO IL BOSCO!

Il simbolo del nostro progetto è l’immagine di un formicaio costruito intorno ad un tronco di pino marcio:
lo abbiamo scelto perché le formiche sono animali che, nel loro piccolo, si danno da fare per tenere pulito il bosco, riciclando quello che gli serve!
Sarebbe bello se le persone imparassero da questi insetti, invece di schiacciarli e magari prendere a calci i loro formicai!
Loro sono utili, come è utile e necessaria la raccolta differenziata e il riciclaggio di tutti i “rifiutili”.
E allora ci chiediamo: “Se sono utili, questi rifiuti-li … è proprio il caso di sotterrarli o bruciarli?”
- “Incenerendoli,non si darà un calcione bello forte quindi a tutto il grande lavoro di raccolta differenziata?” -



DARE UN CALCIO AI LORO FORMICAI,E' COME DARE UN CALCIO A NOI STESSI !
INCENERIRE , ABBANDONARE PER STRADA, SOTTERRARE I RIFIUTI...NON SONO SOLUZIONI INTELLIGENTI.ALLA FINE NE VA DI MEZZO LA SALUTE DI TUTTI GLI ESSERI VIVENTI.
E ALLORA ...



external image arrow8.gif Tegni A Ment (de) Tegnìr A Man external image arrow8.gif
... proprio come fanno le formiche!

external image formiche019.gif






TAM - TAM non èun semplice sloganma è ... un messaggio che il belgruppolo intende diffondere "di villaggio in villaggio" qui nel web
congas.gif


non è il solito tram-tram ecologico/ambientalista ... tanto per fare,

ma è
l'impegno che il belgruppolo si è preso per contribuire
a differenziare e riciclare rifiuti;


smile242.gif

Una sfida "creativa", soprattutto, per dimostrare che certa "immondizia" può tornare a vivere ed essere ancora utile!
smile242.gif

Noi del BelGruppolo rottAMIAMO di tutto !!








I "RIFIUTILI" che abbiamoTenuto A Mano per poter COSTRUIR TANTI OGGETTI UTILI
BOTTIGLIETTE DI VETRO - VECCHI PENNARELLI


bottiglia_in_mano.JPG
pennarelli_in_mano.JPG


anime_in_mano.JPG















per costruire

COLORI AD ACQUA TAMTAM" - PENNACQUERELLI"



pennarelli_5.JPG






















































se ti può interessare, ecco il manuale con le istruzioni per costruire
PENNACQUERELLI riciclando le "anime" di vecchi pennarelli:









CONFEZIONI DEL CAFFE'

confez_caffè_in_mano.JPG













per costruire

BORSE TAMTAM "m'alluminio d'immenso"



borsa.JPG


















per costruire BIGLIETTI NATALIZI TAMTAM


(realizzati usando confezioni del caffè e cartoncino riciclato )


biglietto_natalizio.JPG



















CINTURE DI SICUREZZA - VECCHIE CAMERE D'ARIA, BOULE

cinture_di_sicurezza.JPG
camera_d'aria.jpg bul.JPG















per costruire

CUSTODIE MULTIUSO TAMTAM



custodia_portaocchiali.JPG
















per costruire
BORSE e BORSELLINI TAMTAM



borsetta_.JPG




















































se ti può interessare, ecco il manuale con le istruzioni per costruire borse e borsellini
riciclando vecchie camere d'aria e cinture di sicurezza:











http://unbelgruppolo.wikispaces.com/BORSE+e+BORSELLINI+TAMTAM





VECCHIE CERNIERE - BOTTIGLIE DI PLASTICA


P1280432.JPG
bottiglia.gif
















per costruire
PORTAMERENDINA/FRUTTO TAMTAM


contenitore_portafrutto_2.JPG




















CONFEZIONI DEL LATTE


tetrapack.JPG


per costruire PORTAMONETE TAMTAM


P1270427.JPG





















TUBI DI CARTONE PER COSTRUIRE

TRITUBODIFFERENZIATORE


tritubo.JPG

















se ti può interessare, ecco il manuale con le istruzioni per costruire
un tritubodifferenziatore







































E PER COSTRUIRE
CUSTODIA TAMTAM PER FLAUTO DOLCE

custodia_per_flauto.JPG
















SITUAZIONE FORMATIVA "BICICLET...TAM - TAM"



PRESENTAZIONE IPERTESTUALE, MULTIMEDIALE E INTERATTIVA
a documentazione del lavoro svolto di progettazione e costruzione
(con oggetti rigorosamente di scarto) di un modellino di bicicletta da corsa.


clicca sul tasto con il triangolo giallo per far partire l'ipertesto




































(Per la visione di questa presentazione è necessario aver installato Adobe Flash Player)







copertina_cd.jpg


















Il BELGRUPPOLO in gita a Belluno
per la premiazione del CONCORSO BICISCUOLA

attestato_biciscuola1.jpg


























giro_058.jpg

























testimonial e collaboratoriMAURO CORONAIL GRANDE "DISPERSO NEI BOSCHI" SCRITTORE, SCALATORE E SCULTORE




mauro_corona_tam_tam.jpg



" Vivere è come scolpire: bisogna togliere, fare a meno e soprattutto fare con le proprie mani"


(Mauro Corona. Lavarone 03 gennaio 2010)




Praticamente il messaggio del nostro progetto !!


IL QUADRIMESTRALE DEL COMUNE DI GIOVO"GIOVO INFORMA"

Il nostro articolo per il Quadrimestrale Giovoinforma





IL PROGETTO "VATER LIVE" del mitico Maurizio Menestrina

E "NIMBY TRENTINO"



ADRIANO RIZZOLI e SIMONETTA GABRIELLI




fotocon_simonetta_e_adriano.jpg


















Ville di Giovo, 22 gennaio 2010.Foto ricordo a casa del nostro amico e collaboratore Maurizio Menestrina





MOSTRE,MERCATINI E CONCORSI
  • Mercatino in occasione della Festa di Natale organizzata dalla Scuola Promaria di Giovo, presso il Centro Sportivo di Palù di Giovo.

  • Mostra presso il Molin de Portegnac, nell'ambito del Progetto "Più o meno rifiuti"






TENERE A MANO ... PERCHE' ?

TENIAMO A MANO PERCHE' VORREMMO FARE A MENO DI DISCARICHE E INCENERITORI. MA ...


DI QUESTI ULTIMI, E' PROPRIO POSSIBILE FARNE A MENO ?


si legge infatti che:
  • producono INQUINAMENTO (fumi) e RESIDUI TOSSICI (ceneri);

  • NON incentivano la raccolta differenziata

  • NON ridanno vita ai materiali

  • NON producono posti di lavoro





VOGLIAMO CAPIRE SE LE COSE STANNO COSI' e SOPRATTUTTO SE ESISTONO ALTERNATIVE VALIDE E SICURE.


















































22/11/2010

BELGRUPPOLO e SUPERIMPRONTANTI in



IN VISITA AL CENTRO DI RICICLO DI VEDELAGO (TREVISO)







IN VISITA AL CENTRO DI RICICLO DI VEDELAGO ... PERCHE' ?




IL CENTRO DI VEDELAGO





LAVORA E RICICLA I MATERIALI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA, MA ANCHE DELLO SCARTO (PRODUCENDO SABBIA SINTETICA E GRANULATI PLASTICI)



LA PERCENTUALE DI RICICLAGGIO COMPLESSIVO E' ALTISSIMA : IL 95%

Il Centro di Vedelago, azienda interamente a capitale privato, fa un lavoro semplice e complicatissimo insieme: accoglie la raccolta differenziata di alcuni Comuni come Treviso e Belluno e di aziende private e dopo un passaggio negli impianti di triturazione, addensamento e sterilizzazione li trasforma in un nuovo materiale, un granulato che viene venduto alle aziende. “Siamo specializzati nella lavorazione della frazione residua, quello che i cittadini chiamano rifiuto secco indifferenziato, quindi ferro, vetro, plastica: dall’appendino rotto alla bottiglia”. Il materiale riciclato serve per stampaggi plastici da cui si ricavano panchine, fioriere, pali, pavimentazione stradale, sedie e tavoli (“anche quelli che fanno le bricole, i pali infilati nella laguna di Venezia, vengono da noi”) e nell’edilizia, per fare blocchi di calcestruzzo o di cemento, tombini, palizzate e pavimentazione per piste ciclabili.


“Gestiamo la raccolta differenziata di circa 830 aziende da Benetton a Gardaland – racconta Carla Poli – e vendiamo il materiale riciclato a centinaia di clienti soprattutto stranieri, olandesi e tedeschi, anche se ora iniziano a capire anche le aziende italiane: ne sono nate una decina attorno a Treviso nell’ultimo anno, e lavorano tutti con materiale di riuso”. Il Centro Riciclo occupa 63 dipendenti per 8 milioni di fatturato: “Ma sono gli utili che contano, e noi ne facciamo abbastanza per rinvestirli continuamente in ricerca e innovazione assieme all’università di Padova”. Ora il Centro ha ricevuto per tre anni la gestione della raccolta di tutte le scuole di Treviso. “Abbiamo 80 scuole per una popolazione scolastica di 16 mila alunni, un piccolo paese”, dice Carla. “È una fase di sperimentazione di tre anni perché l’amministrazione voleva vedere i risultati. E i risultati sono che a parte uno scarto dello 0,9% dovuto ai pannolini dei piccoli e delle ragazze, il resto del materiale è stato interamente riutilizzato”.


Un successo, ma Carla da imprenditrice brava e coraggiosa sta lavorando per abbassare anche quel minimo scarto. “Mio figlio è in America con un nostro tecnico per acquistare un impianto che riciclerà anche pannolini e pannoloni che contengono cellulosa, materiale difficile da lavorare”. Quando il nuovo impianto sarà messo a punto, il Centro offrirà un servizio di raccolta a tutti gli asili, i centri per l’infanzia, gli ospizi e le case di cura. Un servizio alla collettività, perché il Centro è abituato a servire ma anche a educare. “Riceviamo 7 mila bambini ogni anno che vengono in visita in azienda, ci sono degli addetti che spiegano tutto il ciclo del materiale perché se si vogliono avere risultati bisogna far capire a tutti, a cominciare dai più piccoli, l’importanza del rimettere dentro al ciclo vitale un oggetto che era stato buttato via”.


da il Fatto Quotidiano del 26 settembre 2010








COME FUNZIONA UN INCENERITORE

external image funzionamento_inceneritore1.png






























ECCO UN ARTICOLO INTERESSANTE SUGLI INCENERITORI














TUTTI GLI ALTRI STATI PRIVILEGIANO TECNOLOGIE ALTERNATIVE AGLI INCENERITORI
...L'ITALIA NO!
ECCO ALCUNI VIDEO.







































GLI INCENERITORI PRODUCONO POCA ENERGIA E TANTA MALATTIA (sarcomi) !!



date una letta a questa relazione





PERCHE' ALLORA IN ITALIA SI VOGLIONO

A TUTTI I COSTI

(E A SCAPITO DELLA SALUTE DEGLI ESSERI VIVENTI E DELL'AMBIENTE)
UN BRUCIATORE DI RIFIUTI ??







inceneritorio.jpg
http://unbelgruppolo.wikispaces.com/PROGETTO++T.+A.+M.++-++T.+A.+M.

L'ARTICOLO CHE ABBIAMO SCRITTO PER IL QUADRIMESTRALE "GIOVOINFORMA"

Il (progetto) T.A.M – T.A.M delle Classi Quinte

della Scuola Primaria di Giovo

A.S. 2010-2011




Giovo, 27 ottobre 2010.

In questi giorni in tivù, i telegiornali mostrano immagini di Napoli alle prese con il grave problema dei rifiuti. Gli abitanti di Terzigno protestano perché non vogliono la discarica vicino alle loro case.

Ma qui da noi nel Comune di Giovo cosa ne facciamo dell’immondizia che produciamo?
Innanzitutto da qualche anno si fa la raccolta differenziata che ha dato buonissimi risultati: circa il 70% di rifiuti va nei cassonetti predisposti e viene riciclato. Dal sito del nostro Comune è possibile scaricare il Riciclabolario, che è un utilissimo vademecum per fare correttamente la raccolta differenziata.
La restante parte finisce nel cosiddetto secco non riciclabile, nei cassonetti chiusi con la chiavetta simile a quella dei computer.
E poi dove vengono scaricati questi cassonetti?
Finiscono in discariche, magari più piccole e controllate di quelle di Napoli, ma pur sempre discariche che sono pericolose perché inquinano il terreno e le falde acquifere.
Qualcuno dice che quando si costruirà l’inceneritore, cioè il forno che brucerà tutto il secco non riciclabile, il problema sarà risolto.
Altri dicono: no, il fumo e le polveri sottili uscite dal grande camino dell’inceneritore inquineranno nella stessa misura.
Per capirne di più noi alunni delle Classi Quinta A e B di Giovo, insieme ai nostri insegnanti e genitori abbiamo messo a punto un Progetto intitolato T.A.M. T.A.M – che sta per “Tegni a ment (de) tegnir a man” , attraverso il quale ci proponiamo innanzitutto di avere cura delle nostre cose per evitare che diventino troppo presto “immondizia” e quando lo diventeranno cercheremo di differenziarle e soprattutto di riutilizzarle in maniera creativa.
Si tratta di un percorso di educazione ambientale che svolgeremo sia nelle ore del tempo scuola “normale”, sia in quelle del pomeriggio opzionale del “Fare con la testa per imparare con le mani”.
In queste due ore, le nostre classi si trasformeranno nelle botteghe dei piccoli artigiani del riciclo.

Stiamo già costruendo oggetti utilizzando rifiuti che per noi sono “rifiutili” : borse con le confezioni del caffè o con le camere d’aria;
colori ad acqua riciclando il feltrino dei pennarelli esausti..ecc
La nostra sfida è quella di dare una “seconda vita” soprattutto a quei materiali di scarto destinati al “secco-non riciclabile”.
Proprio come stanno facendo al Centro di Riciclo di Vedelago, in Provincia di Treviso e che noi andremo a visitare a metà novembre. Ci andiamo perché vogliamo vedere come riescono a riciclare il 100% dei rifiuti, senza produrre fumi, ceneri e quindi inquinamento e malattie!
Per avere sempre tanto materiale a disposizione (nello specifico: pennarelli, colori a cera e tasti di vecchie tastiere dei pc), abbiamo costruito anche dei “Tritubo-differenziatori” per tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo di Cembra.
Un modo, questo, per conoscere gli altri bambini della Val di Cembra ed interagire con loro.
Chi vorrà aiutarci a fare si che il tam-tam arrivi il più lontano possibile, o semplicemente per capire meglio cosa stiamo combinando a scuola, può visitare i nostri siti internet e magari lasciarci un messaggio (previa iscrizione) all’interno della pagina “Progetto T.A.M. – T.A.M
http://unbelgruppolo.wikispaces.com/PROGETTO++T.+A.+M.++-++T.+A.+M.


dei nostri siti internet:


UNBELGRUPPOLO (classer V sez A)

http://unbelgruppolo.wikispaces.com/







ISUPERIMPRONTANTI (classe V sez B)

http://isuperimprontanti.wikispaces.com/






A dicembre, tutti avranno la possibilità di vedere, toccare con mano e soprattutto acquistare i nostri preziosi manufatti: vi aspettiamo al mercatino e alla sfilata di moda durante la nostra Festa di Natale.
Oppure fate un salto alla mostra presso il Molin de Portegnac, alla mostra che verrà allestita a maggio 2011, nell’ambito del Progetto “più o meno rifiuti”.
Il simbolo che rappresenta il nostro progetto è l’immagine di un formicaio costruito intorno ad un tronco di pino marcio:
lo abbiamo scelto perché le formiche sono animali che, nel loro piccolo, si danno da fare per tenere pulito il bosco, riciclando quello che gli serve!
Sarebbe bello se le persone imparassero da questi insetti, invece di schiacciarli e magari prendere a calci i loro formicai!
Loro sono utili, come è utile e necessaria la raccolta differenziata e il riciclaggio di tutti i “rifiutili”.
E allora ci chiediamo: “Se sono utili, questi rifiuti-li … è proprio il caso di sotterrarli o bruciarli?”
- “Incenerendoli,non si darà un calcione bello forte quindi a tutto il grande lavoro di raccolta differenziata?” -
…Se imparassimo a comportarci come le formiche...forse certe immagini e scene in tv non si vedrebbero più!





VIDEO INTERESSANTI SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATAE IL RICICLAGGIO


















CARTONI ANIMATI















A TRENTO PER MANIFESTARE IDEE ALTERNATIVEAGLI INCENERITORI
IL BELGRUPPOLO A TRENTO PER DIRE NO ALL'INCENERITORE !!












COLLABORA ANCHE TU AL PROGETTO T.A.M - T.A.M !


come ?

ISCRIVENDOTI A QUESTO SPAZIO WIKI (TUTORIAL PER ISCRIVERSI AL BELGRUPPOLO)


così potraipartecipare alle discussioni con un tuo messaggio CLICCA QUI




smile242.gif

oppure inviandoci materiale al seguente indirizzoScuola Primaria di GiovoVia dell'oratorio 15, Verla di Giovo. 38030 Trento
smile242.gif


diffondendo il t.a.m - t.a.m nel web e nel mondo realeaggiungi al tuo sito/blogil link del nostro progetto PROGETTO T.A.M -T.A.M




congas.gif



... MA BATTI SEK, CHE SE SENTIA LONTAN !!



unbelgruppolo.gif


Il belgruppolo


oltre all' incessante t.a.m - t.a.m. e alle attività dei laboratori del

"fare con la testa per imparare con le mani"

proporrà una raccolta PORTA A ...SPORTOLA SPECIALE

adalunni ed insegnantidelle altre scuole dell'I.C. Cembra !!



CLICCA QUI





PER ACCEDERE ALLA PAGINA "PORTA A ...SPORTOLA"










unbelgruppolo.gif
unbelgruppolo.gif




SITUAZIONE FORMATIVA

T.A.M. - B.AM.Tutti Al Mondo siam Biodiversamente AMici

attestato_asfron.jpg






clicca sul titolo per accedere alle pagine di questi nostri racconti che potrai leggere ed ascoltare
perchè li troverai anche in formato audiolibro!


a.s. 2010 - 2011


LA STORIA DELLE FORMICHE RUFE









formiche_al_lavoro.jpg








































BRICO IL LOMBRICO






















































a.s. 2009 - 2010

GLI ARIOMI CONTRO IL PIANETA TERRA








(presentazione "fantascienhorror" sulle enrgie rinnovabili)


UNA GABBIA INVISIBILE












NATALE E' ...LA STORIA DI NESPOLA











a.s. 2008 - 2009


MI - FA - SOL ...FAN SOL BEL TEMPO







clicca Qui per scaricare l'audiolibro





GLI SCOIATTOLI DI BOSCOIATTOLO







clicca QUI per scaricare il file pdf




IL BACO DAL CUORE DI SETA







clicca QUI per scaricare l'audiolibro







Progetti simili realizzati in passato nell'Istituto Comprensivo di Cembra

PROGETTO "A-B-C"(Ambienti-Belli-Contenti) per cittadini attenti agli ambienti
external image 2.gif


(Referente: Merci Christian)





Percorso di Educazione Ambientale realizzato nel biennio scolastico 2006-2008 presso la Scuola Primaria di Segonzano. Insegnanti maggiormente coinvolti:

Mandanici Carmen, Folgheraiter Carla, Merci Christian, Buzaccaro Laura, Amato Giacomo



a.s. 2006/2007

PROGETTO RICICLASSE TERZA(Referente: Merci Christian)


Finalità:
  • impariamo a produrre meno rifiuti (riufiuti zero);
  • cerchiamo di rimetterli in ciclo (FARE IL RICICLAGGIO DEI RIFIUTI);
  • prendiamo la sana abitudine di differenziarli (FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI)

prodotti realizzati:
  • raccolta di audiofiabe “LE FIABE DEI RIFIUTILI”
  • spettacolo teatrale di burattini: “NEL PAESE DI PULITOPOLI”
  • creazione di burattini di cartapesta e stoffa riciclata










































a.s. 2007/2008

PROGETTO e via...IN QUARTA NELL'ORTO BIOLOGICO


(Referente : Merci Christian)

Finalità:
  • impariamo a utilizzare meno anticrittogamici nella coltivazione del nostro orto/campo;
  • impariamo che la natura ci può dara una grossa mano per fare del nostro orto un orto biologico: esistono soluzioni alternative (o almeno complementari ai prodotti antiparassitari) STRATEGIE BIOLOGICHE

prodotti realizzati:
  • il testo teatrale e la recita di fine anno “L’ORT DEL MARIONETA” CLICCA QUI per accedere alla pagina da dove è possibile scaricare il file del testo teatrale

  • l’ipertesto “L’ORT DEL MARIONETA”

  • gli oggetti di legno progettati e costruiti nel laboratorio di falegnameria “LABORATORIO DI GEORTOMETRIA” CLICCA QUIper accedere alla pagina dove è possibile scaricare le schede di geometria

  • il sondaggio ( e successiva costruzione di grafici) sulle abitudini in famiglia riguardo la coltivazione dell’orto